[GUIDA COMPLETA] Come Piallare con la Fresatrice anche se sei alle prime armi e hai a disposizione solo l’attacco 8mm


Come Piallare con la Fresatrice

Hai sempre sognato superfici di legno lisce e pulite ma non sei una falegnameria e non hai a disposizione una pialla professionale?

Tranquillo, in questo articolo ti spiegherò come piallare il legno con solo l’utilizzo della tua fresatrice manuale o CNC (cioè a controllo numerico), anche se hai a disposizione solo l’attacco 8mm e sei ancora alle prime armi.

Ciao Fresatore, dopo molti giorni di reclusione nella Fraiser 51 (il laboratorio dove nascono le nostre magie) finalmente sono riuscito a trovare tutto il necessario per realizzare questo articolo che ti guiderà passo dopo passo a piallare (o meglio, a spianare o livellare perfettamente) i tuoi bei pregiati e rari pezzi di legno.

Infatti non tutti hanno a disposizione attrezzature da falegname o magari una falegnameria vicino a casa per rivolgersi ogni tanto (anche se sappiamo entrambi che, se stai leggendo questo articolo, noi siamo dei tipi tosti ed orgogliosi e far eseguire il lavoro agli altri non ci da nessuna soddisfazione personale, quindi pur rischiando di diventare i più duri dei caproni, il lavoro lo facciamo con le nostre mani! Altrimenti che fresatori saremmo???)

I 3 (+1 BONUS) passaggi fondamentali

Guardiamo insieme quali sono i 3 passaggi fondamentali per spianare il legno con la fresatrice:

  1. Scelta e impostazione della Fresa
  2. Preparazione e/o creazione della slitta (per Fresatrice Manuale)
  3. Spianatura della tavola (finalmente! altrimenti per cosa leggi l’articolo…)
  4. BONUS – Manutenzione della Fresa

Scelta e impostazione della Fresa

Partiamo subito dal nostro paragrafo preferito (come poteva non esserlo?).

Se non abbiamo a disposizione la pialla l’unico modo di piallare (scusa la ripetizione) o spianare il legno è quello di utilizzare una fresa adatta e noi, gli specialisti delle Frese per legno, abbiamo la soluzione perfetta e completa naturalmente.

Senza dubbi la fresa ideale per questa lavorazione è TORNADO FR.409 – l’originale Fresa per spianare il legno con Coltellini intercambiabili.

Testata & Approvata da Legno Lab, la rivista N.1 in Italia e dai Makers più importanti d’Europa come gli italiani Stefano il Falegname e Makers at Work, la portoghese Get Hands Dirty, il francese Samuel Mamias ed il tedesco Marius Hornberger, è la fresa ideale per la rimozione veloce di materiale su grandi superfici con un’ottima finitura sul fondo del taglio.

Il design della fresa è speciale e unico, fra i diversi modelli variano solamente le dimensioni e le principali sono il diametro di taglio e del codolo di attacco. Quindi puoi scegliere fra i seguenti articoli:

  • 409.350.63D è la scelta obbligata per chi può montare solo l’attacco 6.35mm. Diametro di taglio 35mm.
  • 409.350.8D è senza dubbio la scelta migliore per chi può montare il codolo da 8mm. Versatile e facile da usare, ha il diametro di taglio 35mm.
  • 409.380.12D per chi può montare il codolo da 12mm e vuole spianare  anche con la fresatrice verticale.  Diametro di taglio 38 mm.
  • 409.600.12D codolo da 12mm e diametro di taglio 60mm, da utilizzare preferibilmente su CNC per via delle elevate forze che si generano durante la rotazione.
  • 409.800.20D codolo 20mm e diametro di taglio 80mm, è per grandi asportazioni con CNC.

Puoi trovare le frese qui con tutti i dettagli=> https://www.fraisertools.com/it/fresa-per-spianare-legno.html

Quali sono i Parametri di Lavoro? (Impostazione della fresa)

Prendiamo come esempio la 409.350.8D – il modello con attacco 8mm, il più utilizzato dagli Hobbisti esigenti e dai piccoli artigiani.

Dopo esserti messo in sicurezza con appositi guanti, occhiali e, se non sei espertissimo, armatura medioevale in maglia di ferro 😉 puoi montare la fresa (ormai dovresti sapere come farlo…altrimenti leggi i miei articoli passati) ed iniziare finalmente a lavorare.

Passate di SGROSSATURA (che possono variare in numero da 1 a 3 – dipende in che condizione è la tavola di legno)

  • Velocità di rotazione: 14.000 RPM
  • Profondità di passata: 4-5mm
  • Avanzamento: Manuale in base alla sensibilità dell’operatore

Passata di Finitura (quella Finale)

  • Velocità: fino a 16.000 RPM
  • Profondità passata: fino a 1mm
  • Avanzamento: Manuale, un pochino più veloce rispetto la sgrossatura

NOTA BENE: Questi sono valori dei parametri di partenza, basati sull’utilizzo di una macchina professionale Makita e della fresa TORNADO perfettamente affilata ed in ottime condizioni, su legno duro. In condizioni simili dovresti ottenere anche tu un ottimo risultato e comunque ricordati che puoi aggiustare i valori in base all’andamento della fresata. Ho scritto diversi articoli sull’argomento e ti invito a leggerli per approfondire la tematica.

Preparazione e creazione della slitta

Ora che abbiamo capito come scegliere la fresa ideale e come impostarla per il pantografo, arriva la parte più creativa,  la costruzione della slitta dove far scorrere (o fissare, come vedremo oggi) la Fresatrice al fine di muoverla parallela al pezzo di legno da spianare.

Esistono fondamentalmente due tipo di slitte (poi non c’è limite alla creatività, ma queste funzionano):

  • Con Ponte mobile – una sorta di “guida” dove facciamo scorrere la fresatrice
  • Con Ponte fisso – dove fissiamo la fresatrice e manovriamo direttamente la slitta. E’ la soluzione più stabile ed è quella che vediamo oggi.

Adesso ti prendo per mano e ti guido alla realizzazione insieme al Falegname numero uno su YouTube, Stefano. Troverai durante l’articolo dei link a YouTube per approfondire le diverse fasi con video.

Prima di partire voglio subito farti vedere cosa intendo quando parla di “slitta” e lo faccio con il miglior metodo di apprendimento: l’immagine.

Come vedi alla base c’è semplicemente un pannello di OSB con due tavole di multistrato che fa da alloggio ad una guida (chiamata Ponte) dove alloggerà la fresatrice

Ma facciamola ancora più semplice:

Materiali utilizzati per slitta per piallare il legno

Base

  • 1x Pannello di OSB da 2500x600mm
  • 2x Tavole di Multistrato da 20mm alte 100mm
  • 1x Bordo Melaminico (una lamina in plastica spiegato terra-terra) per ricoprire le tavole di multistrato – per facilitare lo scorrimento
  • 4x Spessori da 20mm (tutti la stessa altezza mi raccomando) da mettere sotto alla tavola da spianare per livellarla in modo corretto (spostarli in caso di necessità – non sempre servono)

Ponte

  • Legno a piacimento (multistrato nel nostro caso)
  • La Base dev’essere larga poco più della Fresatrice (che andiamo a fissare con viti in modo che non si muova)

Accetta i cookie di YouTube per riprodurre questo video. Accettando accedi ai contenuti di YouTube, un servizio fornito da una terza parte esterna.

Norme sulla privacy di YouTube

Se accetti questo avviso, la tua scelta verrà salvata e la pagina verrà aggiornata.

A causa del fenomeno di stagionatura e/o essicazione del legno potresti (quasi sicuramente) trovare la tavola da spianare non perfettamente in piano ed avrà un lato CONCAVO ed uno CONVESSO.

Sistemare il legno da livellare in modo CONCAVO (dove poggia meglio) nella base, dove toccano solo le Estremità e non il centro (in questo caso è più stabile, al contrario farebbe un effetto tipo “dondolo” che – a noi – non piace e non permette di lavorare bene e in sicurezza.

E se io utilizzo la CNC?

Naturalmente tu fortunello non hai bisogno di tutta questa attrezzatura in quanto ti basta fissare bene la tavola di legno nel “piatto” della CNC e impostare velocità, avanzamento (questo viene dato dopo aver acquistato la fresa) e profondità nel computer prima di iniziare.

In base al motore che da potenza al vostro Mandrino sarai in grado di eseguire lavori più o meno grandi e utilizzare le diverse frese illustrate nel primo paragrafo.


Iniziamo a livellare il legno

La Fresa ce l’ho
La mia (super) slitta è pronta
La fresatrice è a digiuno e pronta a mangiare tutto il legno possibile

… non mi resta che livellare!

Bene Fresatore, se sei arrivato a questo punto il grosso del lavoro ormai è alle spalle e sei in grado di spianarti da solo – stile falegname esperto – le tue tavole di legno.

Come ti ho già scritto nel primo paragrafo eseguiremo 2 passate di sgrossatura a 14.000 RPM a 4-5 mm di profondità, per concludere con 1 passata di finitura a 16.000 RPM a 1 mm di profondità.

Utilizziamo il sistema spiegato in precedenza (ovvero ponte libero e fresatrice fissa)

Ma qua lascio direttamente spiegartelo da Stefano stesso (ognuno deve fare il suo lavoro… si dice).

Accetta i cookie di YouTube per riprodurre questo video. Accettando accedi ai contenuti di YouTube, un servizio fornito da una terza parte esterna.

Norme sulla privacy di YouTube

Se accetti questo avviso, la tua scelta verrà salvata e la pagina verrà aggiornata.

Niente male il lavoro di Stefano eh?

Piccole rifiniture (non sempre necessarie)

Questo sistema, pur essendo utilizzato da sempre come miglior modo di piallare manualmente, potrebbe lasciare qualche piccola imprecisione (ma ripeto, non è detto che succeda sempre … anzi!).

Livellate a mano (con una pialletta o carta abrasiva) se notate dei piccoli difetti nella tavola (ma se avrete usato una fresa Affilata e speso tempo per fare un’ottima guida non ne avrete di sicuro bisogno).

BONUS – Manutenzione della fresa

Bene fresatore se sei arrivato fin qua ormai la tua lavorazione l’hai portata a termine e sarai fiero di te.

Per questo motivo non ti devi far prendere dall’entusiasmo e, come un esperto Maker, guardare già al prossimo progetto dove poter esaltare le tue abilità.

È arrivato il momento di riporre gli utensili in modo corretto nelle loro scatole e con le dovute precauzioni, per fare in modo che al prossimo utilizzo non ti deluderanno!

Ma come fare?

Per garantire la massima precisione e durata delle tue frese, devi ALMENO rimuovere le incrostazioni, lo sporco, gli olii, i residui di colla, i trucioli e qualsiasi altra cosa resti attaccata alla fresa dopo l’utilizzo.

Te lo spiego in modo veloce in due semplici passaggi.

  • Ripulire l’utensile
  • Proteggerlo da polvere e Ruggine

Per pulire le tue frese devi utilizzare dei prodotti sviluppati appositamente. Ne esistono molti in commercio ma ti consiglio di scegliere quelli di origine naturale e non chimica, così avrai la certezza di poterli maneggiare senza rischio e di non danneggiare l’utensile.

Noi abbiamo sviluppato TOOLSNER 3.0 e lo trovi nel megastore fraisertools.com

Se vuoi massimizzare l’efficacia della manutenzione dopo la pulizia devi PROTEGGERE la tua fresa con un prodotto in grado di creare una patina invisibile che però sarà uno scudo impenetrabile alle polveri ed alla corrosione. BITTOP è il nostro esclusivo liquido protettore che massimizza la durata della fresa e puoi riceverlo in omaggio con ogni acquisto di frese Fraiser di importo superiore a 150 euro.

Concludendo

L’articolo che hai appena letto è solo uno dei tanti consigli e suggerimenti preziosi che noi di Fraiser abbiamo deciso di condividere con te, per aiutarti a ridurre il rischio di danneggiare il prezioso pezzo di legno e soprattutto te stesso (una fresa che ruota a 16000 giri/min, se non è ben gestita, può diventare molto pericolosa).

Inoltre vogliamo sostenere la passione per la fresatura del legno e l’unico modo per farlo è quello di tenerti alla larga dalle delusioni e frustrazioni generate dal continuo ottenimento di brutti risultati, non per tuo demerito ma perchè li fuori nessun altro ti insegna qualcosa di valido.

Se questo articolo ti è stato utile e vorresti continuare a migliorare le tue competenze, ma per colpa dei consigli quasi sempre sbagliati di tuo cugino, dei tuoi amici o della ferramenta sotto casa non ci riesci MAI e le tue lavorazioni sono sempre la brutta copia di quello che avevi in testa, ho una SUPER notizia per te.

L’analisi di tutti i quesiti che ci hanno posto negli anni gli hobbisti ed artigiani di tutta Europa e le soluzioni che abbiamo fornito ci hanno fatto accumulare tanta esperienza nel corso del tempo ed oggi, con molta umiltà, possiamo confermare quello che dicono i nostri clienti di noi:

SIAMO DIVENTATI GLI ESPERTI DELLE FRESE E DELLA FRESATURE DEL LEGNO!

Ed è proprio questa grande responsabilità che ci è stata conferita dai nostri stessi clienti, che ci ha spinto a raccogliere e sintetizzare tutte le competenze nel primo ed unico manuale dedicato a chi vuole conoscere le nozioni fondamentali sulle frese e sulla fresatura del legno!

Fresatore Felice è il primo ed unico manuale che ti insegna in modo semplice e veloce tutte le nozioni fondamentali sulle frese e sulla fresatura del legno, per diventare finalmente abile ed autonomo nel creare quelle lavorazioni che ti rendono così fiero e felice!

Troppo bello per essere vero?

Leggi cosa dice Alfio in una recensione VERIFICATA (al contrario di quelle controllate degli altri siti) sulla nostra “BIBBIA” (è solo una delle centinaia di recensioni che riceviamo ogni mese!)

Solo tu che hai letto l’articolo puoi acquistare il manuale con un irripetibile sconto del 50%! Applica il codice BBLOG  

https://www.fraisertools.com/it/fresatore-felice-manuale-sulle-frese-per-legno.html

Rock & Fraiser

Matteo

Ti è piaciuto questo articolo?
Lascia la tua valutazione

Attendere...

Valutazione media

5.0 / 5
6 utenti hanno già votato
Attendere...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ifi
IMAB GROUP
TeB
Legno Lab
Get Hands Dirty
Stefano il falegname
Makers at Work
Il pancalaio matto
Corriere della Sera
Not found
Torna su