Fresa per legno gambo 6 mm: Per cosa, quando, dove, perché dovresti utilizzarla e quale scegliere!

Fresa-per-legno-gambo-6mm

 

Come già ben sappiamo il mondo delle frese è molto bello perché è vario e ogni volta può stupirti con diversi problemi da affrontare ed altrettante diverse soluzioni alle quali, spesso, non ci avresti mai pensato se non grazie al consiglio di un amico o l’aiuto di un professionista.

Ho deciso di scrivere degli articoli specifici sulle frese con il gambo da 6, 8 e 12 mm perché sono le più, per non dire uniche, utilizzate da molte persone non esperte che si affacciano in questo meraviglioso mondo. Perché? Proprio ieri, mentre stavo spiegando per l’ennesima volta come e perché è importante scegliere bene  una fresa  (se vuoi clicca qui per l’articolo), sento squillare il telefono e, indovinate un po’ chi era ? Il buon vecchio “Giorgio”.

Che ha combinato Giorgio questa volta?

Stava imprecando contro la tenuta delle nostre Fraiser per incidere con, appunto, l’attacco di 6 mm perché – citando le parole esatte – “Ne ho fatte un mucchio di quelle rotte e se le fondo posso rifarci i roll-bar della jeep da caccia”

Cosa rispondergli ? Eh niente, so che Giorgio è un tipo che non ha tempo e voglia di fare dei test preliminari e, pensandoci su tutto il pomeriggio, mi sono venute in mente delle domande da porsi sulla fresa specifica che stiamo utilizzando, … come non potevo scriverci subito un articolo ?

Le domande, che ritengo fondamentali, sono queste 4:

 

  • Cosa si intende per fresa gambo 6 mm ? Questa per capire veramente quello di cui stiamo parlando.
  • Quando viene utilizzata ? Questa per non sbagliarsi e confondersi nella propria fresata.
  • Dove viene “montata” ? in che macchina vengono utilizzate,  per non rischiare di fare una frittata e rompere attrezzi che hai sudato per comprare ?
  • Perché utilizzarla per questa lavorazione e perché non utilizzarla per quest’altra ? rispondendo forse a quella domanda che hai in testa ma che pensi (sbagliando) non sia importante.

1. Cosa si intende per fresa gambo 6 mm ?

Con gambo 6 mm intendiamo tutte quelle frese verticali dette anche a candela o, come dico io, se prendi una matita e metti la punta verso il foglio e la gomma verso il soffitto quella è in verticale, che hanno il diametro della parte che va inserita nella “famosa” pinza elastica, di 6 mm.

Eh bravo Matteo, non ci vuole un genio per capire questo …

Eh caro Mario lo so, ma dobbiamo pensare che ci sono persone che stanno ricercando per la prima volta una fresa (spesso chiamata “punta” dagli inesperti) e letto qualche articolo acchiappa gente qua e la ne esce con il saperne meno di prima … se invece capitasse qua già partirebbe con le idee più chiare … non pensi 🙂 ?

 

2. Quando viene utilizzata la fresa gambo 6 mm ?

Generalmente la fresa gambo 6 mm è utilizzata per fare le operazioni più comuni e più “commerciali”, essendo una fresa molto utilizzata fra gli amanti del fai-da-te, possiamo classificare le seguenti lavorazioni come le più utilizzate:

  • Rifilo, con la fresa che abbiamo appena visto nella foto sopra, la tipica fresa dritta con cuscinetto che serve per rifilare un bordo di un pezzo di legno, ovvero ripulirlo e renderlo perfettamente piano.
  • Smussare, con una fresa a smusso provvista o meno di cuscinetto (cioè la guida), utilizzata appunto per eseguire su un pezzo di legno uno “smusso”, cioè togli lo spigolo vivo e crei un’ inclinazione di un certo angolo.
  • Incidere, con una fresa per incisioni, immaginiamola come un cono con nella punta un ottimo tagliente robusto (almeno in una Fraiser) che puoi utilizzare come una “penna laser”.
  • Raggiare, con una fresa a raggio concavo o convesso, puoi fare i raggi più piccolini utilissimi anche per togliere lo spigolo vivo (il più utilizzato è il raggio 2 con il gambo da 6 mm)
  • Giunzione o Canale, con la fresa per canali a taglienti dritti, per fare la tua giunzione (in un altro articolo vedremo come fare) o dei semplici canali (entrate nel legno).
Ecco i pezzi di legno “Fresati” con le frese citate sopra

Viene utilizzata per “lavoretti” non tanto impegnativi, che non vadano a stressare troppo la fresa quindi lavorando del materiale morbido e con garbo, non tanto prolungati, in modo da non andarla tanto a scaldare e compromettere l’affidabilità. NON FRAINTENDERMI, ci sono anche lavorazioni prolungate e precise che vengono fatte da ditte grandi del settore con frese attacco 6 (sono spesso costrette..) ma prima vengono eseguite varie prove e quasi sicuramente la fresa sarà speciale e costruita appositamente per tali lavorazioni.

 

3. Dove viene “montata” la fresa da legno gambo 6 mm ?

L’utilizzo principale di queste frese è limitato alle fresatrici manuali portatili di entry level, cioè di bassa potenza e di low-cost (che brutta parola).

Molto spesso (anche se piano piano riusciremo insieme a fare cambiare idea alla gente) le persone che vogliono affacciarsi a questo meraviglioso mondo per prima cosa partono e vanno al mercatone del fai-da-te di turno e si interfacciano con persone che spesso e volentieri non sanno la differenza tra un angolo dritto e un angolo assiale ( …. tranquillo, presto farò un articolo e capirai bene anche tu) e decidono di prendersi la prima elettro fresatrice.

Ma quale scegliere ? Esatto … quella che costa meno “tanto saranno tutte uguali …”  

Eh no ! Qui casca l’asino; oltre alla potenza e alle svariate funzioni che vengono a mancare, una delle caratteristiche delle quali sento spessissimo lamentarsi, è quella del diametro massimo della pinza di attacco per la fresa.

Una fresatrice low-cost quasi sempre monta solo attacchi per frese da 6 mm, ultimamente forse arriviamo a 8, ma scordati di metterci le 12 (poi vedremo perché dovresti utilizzarle quando verrà il momento, ma ti anticipo che la potenza c’entra molto).

Quindi, se inconsciamente ti prendi il rifilatorino manuale che ti serve giusto per pulire i bordi non tanto alti, anziché permetterti di fare una particolare lavorazione con una fresatrice bella potente da 2400 w, sei “costretto” ad utilizzare solo quella con gambo 6 mm.

 

4. Perché utilizzare e perché non utilizzare la fresa gambo 6 mm ?

Qua devo essere schematico, quindi:

utilizzo la fresa gambo 6 mm perché:

  • Costretto dalla fresatrice low-cost a bassa potenza che mi impone di utilizzare solo un attacco da 6 mm
  • Mi serve una particolare lavorazione e trovo solo “di serie” la fresa con attacco 6 mm o devo fresare legni teneri
  • Costa meno, quindi non voglio spendere o buttare soldi e affidandomi al mega-store di turno, guardo solo il prezzo (ma, ahimè, sappiamo che poi te ne pentirai e tornerai con una robusta Fraiser)
  • Le devo mettere su un pantografo ad una-mano e devo “mangiare poco” per una lavorazione di un legno morbido e non troppo prolungata

Non dovrei utilizzare la fresa gambo 6 mm perché:

  • Fragile, con un gambo 6 mm il materiale che mi reggerà la lavorazione è molto meno di quello da 8 mm e la metà di quello da 12 mm, rendendola più debole e soggetta a rottura dopo un urto o un piccolo sbaglio.
  • Trascurata, sempre meno profili o lavorazioni a parte quelle standard si trovano con attacco da 6 mm, i costruttori (questa volta anche noi siamo d’accordo) tendono a farle minimo da 8 per poi non ricevere lamentele dalla gente per aver sbagliato lavorazione o non aver dato la giusta importanza ai parametri usati ( … ma noi sappiamo come fare … giusto ? )
  • Limitata, anche se troverai la fresa che farà al caso tuo non potrai contare di averla in tutte le misure; infatti un particolare raggio o un particolare smusso se messo su un fresa con gambo da 6 mm sarà il più piccolo di tutti e, volendo farne uno maggiore, aumenterà sicuramente anche l’attacco imponendoti di cambiare la pinza elastica e, molto spesso, anche la fresatrice.

Per concludere

Queste Robuste Fraiser per legname con gambo 6 mm possiamo catalogarla come una fresa entry-level adatta per piccole lavorazioni o, per non sfigurarle con una parolaccia, lavorazioni basi utilizzate dal 90% delle persone che si prendono una fresatrice per la prima volta.

Sono frese abbastanza fragili per via del poco materiale che ne ricopre il corpo e anche se trovassimo la fresa adatta alla nostra lavorazione, quest’ultima sarà limitata (se prendessimo per esempio un raggio e lo volessimo fare con un attacco 6 mm, non potremmo sicuramente andare sopra un 10-12 mm max).

Il mio consiglio personale è quello di utilizzarla senza ombra di dubbio se già ne possedete una o se vi serve di lavorare su un legno morbido con una piccola lavorazione, al giorno d’oggi non buttiamo via niente con questa crisi, ma se ne state cercando una e dovete scegliere prendete sicuramente quella con un attacco più grande, almeno da 8 mm, in grado di potervi permettere di “sbagliare di più” essendo leggermente più resistente. Ne troverete sicuramente anche di diversi profili non presente nei 6 mm.


Come per ogni lavorazione, non esiste la fresa PERFETTA e adatta ad ogni persona: legni diversi, sistemi diversi, manualità diverse non consentono di adottare la stessa fresa e tipo di fresata a tutti.

Se vuoii migliorare le tue competenze sulle Frese e Fresature del legno, ma per colpa dei consigli quasi sempre sbagliati di tuo cugino, dei tuoi amici o della ferramenta sotto casa non ci riesci MAI e le tue lavorazioni sono sempre la brutta copia di quello che avevi in testa:

HO UNA SUPER-NOTIZIA PER TE

L’analisi di quasi 30 richieste di assistenza giornaliere e le soluzioni che abbiamo fornito (quasi tutte in giornata) ci hanno fatto accumulare tanta esperienza nel corso del tempo ed oggi, con molta umiltà, possiamo confermare quello che dicono i nostri clienti di noi: 

SIAMO DIVENTATI GLI ESPERTI DELLE FRESE E DELLA FRESATURE DEL LEGNO!

Ed è proprio questa grande responsabilità che ci è stata conferita dai nostri stessi clienti, che ci ha spinto a raccogliere e sintetizzare tutte le competenze nel primo ed unico manuale dedicato a chi vuole conoscere le nozioni fondamentali sulle frese e sulla fresatura del legno!

Fresatore Felice è il primo ed unico manuale che ti insegna in modo semplice e veloce tutte le nozioni fondamentali sulle frese e sulla fresatura del legno, per diventare finalmente abile ed autonomo nel creare quelle lavorazioni che ti rendono così fiero e felice!

E solo per te che stai leggendo questo articolo puoi prendertelo ad un PAZZO PREZZO

Usa il codice ” BBLOG ” per ricevere un BUONO DEL 50% sul tuo nuovo manuale
Clicca qua => Manuale Fresatore Felice

 

Ci vediamo nel CLUB dei FrAisatori

Matteo

Rock & Fraiser

Ti è piaciuto questo articolo?
Lascia la tua valutazione

Attendere...

Valutazione media

5.0 / 5
2 utenti hanno già votato
Attendere...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ifi
IMAB GROUP
TeB
Legno Lab
Get Hands Dirty
Stefano il falegname
Makers at Work
Il pancalaio matto
Corriere della Sera
Torna su