Come impostare i parametri di lavoro della tua CNC in modo semplice e sicuro, anche se sei un novello fresatore!

Ciao fresatore! Oggi in questo articolo ti spiegherò come impostare i parametri di lavoro della tua fresatrice a controllo numerico, detta anche CNC, in modo semplice e sicuro, anche se hai poca o per nulla esperienza.

È infatti fondamentale lavorare con i giusti parametri per evitare di bruciare il legno e rendere la superficie ruvida, oltre che rischiare di rompere la fresa e addirittura farsi del male!

Prima di iniziare è giusto che tu sappia che le frese più utilizzate nelle CNC sono quelle elicoidali, così chiamate perché il tagliente ha la forma di un’elica e consente un maggiore scarico del truciolo di legno rispetto alle frese a taglienti diritti che sono già state oggetto di una puntata precedente.

Queste frese possono essere costruite integralmente in acciaio o in metallo duro, oppure possono avere dei riporti in diamante.

Visto che questo è un articolo introduttivo al mondo delle lavorazioni con la CNC, prenderò come riferimento le frese elicoidali in metallo duro ad un tagliente, quelle identificate cioè dalla scritta “Z1”. La nostra serie 301 per capirci. Una volta capito il concetto, lo estenderò anche a quelle con più taglienti.

Esistono diversi metodi per stabilire quali siano i parametri di lavoro idonei alla lavorazione e fra tutti io preferisco quello “pratico”, basato cioè sull’esperienza e sulle prove eseguite in laboratorio.

Entrando nel dettaglio, il metodo pratico consiste nello scegliere una fresa e un legno ed eseguire una fresata a diverse profondità, regolando la velocità di rotazione e la velocità di avanzamento dell’utensile per ottenere una fresata liscia e senza bruciature. Quello che si ottiene da ogni prova è un curva di lavoro, che vediamo adesso insieme.

Le curve di lavoro per le frese CNC

Curva fresa elicoidale Z=1 CNC

Ho rappresentato 4 curve di lavoro, ciascuna riferita ad una fresa elicoidale Z1 di diametro diverso, da 3 a 12mm.

Lungo l’asse orizzontale viene indicata la velocità di avanzamento dell’utensile in metri al minuto mentre lungo l’asse verticale che va verso il basso è indicata la profondità di lavoro, in mm.

Come subito puoi intuire, all’aumentare della profondità di lavoro la velocità di avanzamento deve diminuire per consentire una buona fresata.

Prima di iniziare ad interpretare in dettaglio le curve, devi sapere che sono state ottenute rispettando certe condizioni che sono:

  1. Velocità di rotazione della fresa elicoidale Z1 compresa fra 18000 e 24000 giri al minuto (o RPM).
  2. Legno tenero e secco.
  3. Fresatrice in buone condizioni (cioè esente da vibrazioni sensibili).
  4. Fresa elicoidale Z1 affilata.
  5. Ultima ma non meno importante, la fresa deve essere robusta e precisa altrimenti è meglio evitare di perdere tempo perché realizzerai in ogni caso lavori deludenti.

Se variano queste 5 condizioni, varieranno anche le curve e questo lo vedremo nella parte finale dell’articolo.

Ma vediamo finalmente come devi interpretare ciascuna curva!

Una volta identificata la curva in base al diametro della tua fresa, dovrai scegliere il valore della profondità di lavoro della passata, in base alle tue necessità.

Se prendiamo ad esempio una profondità di lavoro pari al diametro della fresa, che è un valore raccomandabile, ed ipotizziamo di avere una fresa da 6 mm, per sapere il valore della velocità di avanzamento dovrai tracciare una linea orizzontale dal valore della profondità di taglio fino alla curva di lavoro e poi, una volta raggiunta la curva, traccerai una linea verticale fino a toccare l’asse della velocità di avanzamento.

Curva per fresa Z=1 elicoidale d=6mm

Rispettando le proporzioni, posso concludere che il valore ottimale della velocità di avanzamento è di circa 4,5 metri al minuto.

Ripetiamo l’esercizio con la fresa da 12mm e scopriamo che il valore è di circa 7,5 metri al minuto.

Curva per fresa 12mm

Interessante vero? Quindi da oggi anche tu sei in grado di interpretare le curve di lavoro delle frese per CNC e sappi che in Fraiser abbiamo deciso di semplificarti ulteriormente la vita perché immediatamente dopo l’acquisto di frese per CNC avrai i valori dei parametri di lavoro direttamente nel tuo account! Fantascienza fino a ieri…

Come ti avevo anticipato, vediamo velocemente cosa accade se variano alcune condizioni di lavoro:

  1. Se lavori ad esempio un legno duro, i valori ottenuti della velocità di avanzamento vanno moltiplicati per 0,9 (quindi si riducono).
  2. Se lavori di traverso alla vena del legno, i valori ottenuti della velocità di avanzamento vanno moltiplicati per 0,7 (quindi si riducono ulteriormente).
  3. Se la tua fresa ha 2 eliche, quindi è una Z2, i valori ottenuti della velocità di avanzamento vanno moltiplicati per 1,3 per evitare di bruciare il legno e di consumare troppo il tagliente. All’aumentare del numero dei taglienti potrai quindi fresare molto più velocemente.

********************************************************************************
Versione completa VIDEO

**************************************************************

Bene, direi che per oggi abbiamo messo molta carne al fuoco e spero che l’articolo sia stato interessante e utile per migliorare le tue competenze sulla fresatura del legno.

Ti ricordo che tutta la tua competenza non serve a nulla se poi le tue frese bruciano, rendono ruvide le superfici, perdono il filo dopo poche ore anche ottimizzando i parametri di lavorazione ed il tuo fornitore non ti sa aiutare e suggerire qualcosa di meglio!  In questo modo sprecherai il tuo prezioso tempo, oltre a sentirti deluso e frustrato perché non riesci a realizzare i bei progetti che hai in testa e magari qualche tuo amico, che ha capito il trucco, ci riesce!

Ma qual è il trucco??  Devi rivolgerti a degli specialisti, che non hanno a catalogo infinite famiglie di utensili e che possono quindi fornirti delle frese e servizi che ti permetteranno di concentrarti solo su quello che ti piace, cioè fresare il legno esprimendo al meglio la tua abilità e raggiungendo la massima soddisfazione personale!

Noi di Fraiser siamo l’unico marchio in Europa specializzato su robuste frese verticali per legno, alluminio e plastiche che distribuisce direttamente (senza i fastidiosi rivenditori in mezzo che non danno valore aggiunto) online!

E lo sai cosa significa questo? Lascio alla seguente tabella il compito di evidenziare il perché Fraiser è la soluzione definitiva per trasformare finalmente le tue fresate in quello che hai sempre desiderato!

******************************************************

Infine, se vuoi approfondire l’argomento ti consiglio di leggere l’esclusivo manuale Fresatore Felice che ti insegna tutto quello che devi sapere sulle frese per legno, per diventare finalmente abile ed autonomo e destreggiarti con la fresatura! 180 pagine che sintetizzano 40 anni di esperienza in modo semplice e comprensibile anche se a scuola eri un somarello, per darti un vantaggio enorme rispetto a tutti coloro che non hanno deciso di impegnarsi a migliorare!

Solo tu che hai letto l’articolo puoi acquistare il manuale Fresatore Felice a metà prezzo applicando il codice BBLOG !

Clicca qua => Manuale Fresatore Felice

Ci vediamo nel CLUB dei FrAisatori

Andrea

Rock & Fraiser

Ti è piaciuto questo articolo?
Lascia la tua valutazione

Attendere...

Valutazione media

4.8 / 5
5 utenti hanno già votato
Attendere...

2 commenti su “Come impostare i parametri di lavoro della tua CNC in modo semplice e sicuro, anche se sei un novello fresatore!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ifi
IMAB GROUP
TeB
Legno Lab
Get Hands Dirty
Stefano il falegname
Makers at Work
Il pancalaio matto
Corriere della Sera
Not found
Torna su